Banchi Guglielmo

A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

Cognome: Banchi

Nome: Guglielmo

Figlio di: Adolfo

Pseudonimo: Domenico Santoli

Luogo e data di nascita: Nato a Firenze l’8 settembre 1899.

Origine sociale e percorso politico prima dell’arrivo in URSS: Calzolaio, membro del PCI dal 1921, subisce varie condanne sia per reati comuni sia per attività comunista. Confinato in data imprecisata a Lampedusa, viene prosciolto nell’aprile del 1929. Nel 1931 espatria clandestinamente in Francia, dove si iscrive al PCF. Nel 1932 a Parigi viene arrestato e condannato a tre mesi di prigione per atti vandalici contro un ristorante in occasione della commemorazione del Natale di Roma. Dalla Francia si trasferisce a Berlino.

Data dell’arrivo in URSS: 1934.

Percorso professionale/politico in URSS: Giunge in URSS per curare la tubercolosi e si stabilisce a Teodosia. Tra il 1936 e il 1937 i dirgenti del PCI che lavorano alla Sezione Quadri del Komintern prendono più volte in esame il suo caso. Nel ricostruire la sua biografia e il suo percorso politico, essi segnalano in maniera ricorrente le sue origini anarchiche.

Data, luogo e motivi dell’arresto: Arrestato in data non precisata.

Fonti archivistiche: FIG,Fondo Robotti; ACS,CPC,busta n.300

 

Aiutaci a crescere

Condividi su:

Per sostenere Memorial Italia

Leggi anche:

Voci dalla guerra. Iryna e Natalija Ostapovs’ki, madre e figlia: “Un razzo ha ucciso mio padre. Sono immagini che non mi usciranno più dalla memoria né dal cuore”

Brandelli di carne in un cratere: questo è tutto ciò che è rimasto del padre di Natalija e marito di Iryna, ucciso da una bomba russa nel villaggio di Červona Hirka, davanti agli occhi delle sue congiunte. Con lui è andata distrutta la casa, sono arsi tutti gli animali. Di fronte a questa scena apocalittica Iryna e Natalija sono annichilite, ma grazie alla solidarietà di altri ucraini sono riuscite a mettersi in salvo e a non lasciarsi andare. Ora confidano che tutte queste morti e distruzioni non restino impunite.

Leggi