I diritti umani nel mondo globale: un percorso formativo

Progetto rivolto agli studenti delle scuole superiori di Milano

Il progetto di un percorso formativo articolato rivolto agli studenti delle scuole superiori di Milano e provincia e dedicato al tema dei diritti umani nasce dalla necessità di colmare un vuoto nei programmi scolastici. Il progetto, arrivato alla sua quinta edizione, intende favorire una riflessione critica, una conoscenza di base, un approfondimento delle problematiche etiche e politiche connesse alla sfida, nel mondo presente, per la realizzazione di una cultura dei diritti umani.

Le lezioni proposte, che partiranno a fine novembre 2016 e si concluderanno a marzo 2017, sono le seguenti:

  1. Dai diritti del cittadino ai diritti della persona: l’universalità dei diritti umani. (Marcello Flores, Università di Siena)
  2. “La necessità di cercare rifugio, la possibilità di offrire accoglienza: quando i diritti sembrano contrapposti”. (Marco Fossati, storico)
  3. Guerre, conflitti e rifugiati: le aree di crisi presenti e le loro radici storiche. (Giovanni Gozzini, Università di Siena)
  4. La Russia di Putin. (Anna Zafesova, “La Stampa”)
  5. Censura e media in  Russia. (Elena Freda Piredda e Giulia De Florio, ricercatrici)
  6. Il mondo musulmano e i diritti. (Farian Sabahi, Università di Torino)

Programma delle lezioni a.s. 2016-2017

Aiutaci a crescere

Condividi su:

Per sostenere Memorial Italia

Leggi anche:

Voci dalla guerra. Jurij Ljapkalo, padre di Hlib, di Mariupol’: “In ogni cortile ci sono tombe di civili uccisi”.

Il toponimo Mariupol’, così come Buča, è divenuto tristemente famoso anche oltre i confini dell’Ucraina ed è assurto a emblema della guerra di annientamento portata avanti dall’esercito russo. Jurij Ljapkalo è padre di un bambino di soli tre anni, Hlib, che è vissuto con lui durante l’occupazione, e racconta la lotta quotidiana per prendersi cura del figlio.

Leggi