Prossime proiezioni di "Processo alla memoria"

Redazione Memorial Italia

La Redazione è composta da storici dell’Europa orientale, slavisti, traduttori e studiosi di memoria e storia e dei totalitarismi e collabora con ONG e istituzioni nazioni e internazionali per promuovere e divulgare progetti sulla storia sovietica e diritti umani.

Aiutaci a crescere

Condividi su:

Prossime proiezioni di "Processo alla memoria"

Pisa, 16 marzo, ore 15:45 – Aula Magna del Dipartimento di Filologia, letteratura e linguistica . Università di Pisa

Introduce Marco Sabbatini e saluti della direttrice di Dipartimento prof.ssa Roberta Ferrari

Locandina

 

Modena, 16 marzo, ore 10:30 – Aula B.04 del Dipartimento di Studi Linguistici e Culturali, Università di Modena e Reggio Emilia

Intervengono Giulia De Florio (Università di Modena e Reggio Emilia) e Niccolò Pianciola (Università degli Studi di Padova)

Locandina

 

Siena, 23 marzo, ore 17 – Aula Magna, Università per Stranieri di Siena

Introducono Giulia Marcucci, Giorgia Raimondi, Marco Sabbatini Saluti del rettore Tomaso Montanari

 

4 aprile, all’Università di Macerata, un’intera giornata dedicata a “Memorie e memoria in Russia: ieri e oggi”.

Alle 16.00 Giusy Larocca presenta il libro di N. Pulin “L’arte in rivolta (Guerini e Associati, 2020) della nostra Collana di narrativa. Intervengo Roberto Cresti e Nadia Cicognini, curatrice e traduttrice del volume.
A seguire la proiezione del reportage “Processo alla memoria” di Konstantin Goldenzweig con interventi di Andrea Gullotta e di Giulia De Florio.
6 aprile alle 21.00 al cineclub Arsenale di Pisa (Vicolo Scaramucci 2)
Intervengono Elena Dundovich, Claudia Pieralli, Marco Sabbatini e Massimo Tria.
12 aprile alle 15.00 all’Università Cà Foscari di Venezia si svolge l’incontro “Politica e memoria nella Russia putiniana”.
Dopo la proiezione del reportage intervengono Niccolò Pianciola, Valentina Fava, Stefano Petrungaro.

 

Aiutaci a crescere

Condividi su:

Per sostenere Memorial Italia

Leggi anche:

Voci dalla guerra: Svitlana Holovata

Svitlana Holovata ha raccontato di come una granata sparata dai russi sia precipitata a casa sua senza esplodere, lasciando in vita lei e la sua famiglia. Dopo la fine della guerra Svitlana e il marito intendono ricostruire la loro casa a Moščun.

Leggi