Appuntamenti per narrare la memoria

Tre appuntamenti con i libri della collana di Guerini e Associati in collaborazione con Memorial Italia.

A maggio, tre appuntamenti con la collana “Narrare la memoria”, con le presentazioni di “Quasi tre anni” di Vera Inber, una cronaca dell’assedio di Leningrado, e di “Gioia per l’eternità, lettere dal Gulag (1931-1933)”, il carteggio dei coniugi Aleksej e Valentina Losev.

Giovedì 12 maggio, ore 16.00

Presentazione di “Gioia per l’eternità, lettere dal Gulag (1931-1933)”

Parma Univercity Info Point
Sottopasso del Ponte Romano 2/A – Parma

Maria Candida Ghidini (Università degli Studi di Parma) dialoga con Giorgia Rimondi, curatrice del libro. La presentazione del libro è organizzata nell’ambito della rassegna “Difesa dei diritti umani e pacifismo nella Russia moderna e contemporanea”.

 

Giovedì 26 maggio, ore 18.00

Voci dal gulag. Presentazione di “Gioia per l’eternità, lettere dal Gulag (1931-1933)”

Biblioteca Chiesa Rossa, in collaborazione con l’Associazione Centro Comunitario Puecher
Via San Domenico Savio 3 – Milano

Simone Campanozzi (Istituto Lombardo di Storia Contemporanea) e Laura Rossi (Università degli Studi di Milano) dialogano con Giorgia Rimondi, curatrice del libro.

 

Sabato 21 maggio, ore 17.00

Associazione Italia-Russia di Bergamo

Presentazione di “Quasi tre anni. Leningrado. Cronaca di una città sotto assedio” di Vera Inber

Marcello Flores (Università degli Studi di Siena) e Rosanna Casari (Università degli Studi di Bergamo) dialogano con Francesca Gori, curatrice dell’opera.

In collaborazione con la libreria Incrocio Quarenghi.

L’evento si svolgerà sulla piattaforma Zoom https://us06web.zoom.us/j/84936678374

 

 

Aiutaci a crescere

Condividi su:

Per sostenere Memorial Italia

Leggi anche:

Premio Alexander Langer 2023

Il 22 febbraio 2024 si è tenuta la cerimonia di conferimento del “Premio internazionale Alexander Langer 2023”, che è stato attribuito alla giornalista e attivista per i diritti umani bielorussa Olga Karach, con una menzione speciale all’associazione per i diritti umani ucraina Zmina.

Leggi

Voci dalla guerra. Valerija Kamins'ka, abitante di Mariupol'

Valerija Kamins’ka viveva a Mariupol’, aveva un’agenzia turistica. Poi sono arrivate le truppe russe, coi carri armati che sparavano a caso in mezzo alla città, distruggendo tutto, seminando la morte, impedendo di seppellire i morti. A salvare Valerija è stata la solidarietà di chi le stava accanto. Nell’intervista realizzata da Volodymyr Noskov e Denys Volocha racconta del periodo trascorso sotto l’occupazione russa di Mariupol’.

Leggi