Caorle, 15 giugno. “Europa senza polmoni. La guerra russa in Ucraina e la fine di un sogno”.

Sabato 15 giugno alle 18 a Caorle (Venezia), piazza Vescovado, in occasione della terza edizione del festival Chiamare le cose con il loro nome la nostra Anna Krasnikova, insieme con Mario Mauro e Fausto Biloslavo, partecipa all’incontro Europa senza polmoni. La guerra russa in Ucraina e la fine di un sogno.

Aiutaci a crescere

Condividi su:

Per sostenere Memorial Italia

Leggi anche:

Voci dalla guerra. Iryna e Natalija Ostapovs’ki, madre e figlia: “Un razzo ha ucciso mio padre. Sono immagini che non mi usciranno più dalla memoria né dal cuore”

Brandelli di carne in un cratere: questo è tutto ciò che è rimasto del padre di Natalija e marito di Iryna, ucciso da una bomba russa nel villaggio di Červona Hirka, davanti agli occhi delle sue congiunte. Con lui è andata distrutta la casa, sono arsi tutti gli animali. Di fronte a questa scena apocalittica Iryna e Natalija sono annichilite, ma grazie alla solidarietà di altri ucraini sono riuscite a mettersi in salvo e a non lasciarsi andare. Ora confidano che tutte queste morti e distruzioni non restino impunite.

Leggi