La collettivizzazione

Aiutaci a crescere

Condividi su:

La prima grande ondata di deportazioni è legata alla collettivizzazione. Solo nel 1930-31 negli “insediamenti speciali” furono inviate 1.800.000 persone. La deportazione in massa dei “kulaki”, i cosiddetti contadini ricchi, cessò nel 1933

col1
Assemblea di contadini prima dell’ingresso nel kolchoz. 1929-33.

 

col2
La collettivizzazione in Kazachstan. La popolazione nomade si trasferisce nelle città.
Regione di Pavlodar, anni ’30.
Download  collettivizzazione

Aiutaci a crescere

Condividi su:

Per sostenere Memorial Italia

Leggi anche:

Voci dalla guerra: Svitlana Holovata

Svitlana Holovata ha raccontato di come una granata sparata dai russi sia precipitata a casa sua senza esplodere, lasciando in vita lei e la sua famiglia. Dopo la fine della guerra Svitlana e il marito intendono ricostruire la loro casa a Moščun.

Leggi