Tempo di seconda mano: dialogo con le opere di Svietlana Aleksievic

sabato 9 gennaio ore 18.00 | Circolo della rosa Milano

sabato 9 gennaio ore 18.00 | Circolo della rosa Milano

Tempo di seconda mano di Svietlana Aleksievic

Laura Minguzzi e Patrizia Deotto, prof.ssa Associata di Lingua e Letteratura russa presso la Scuola Superiore per Interpreti e Traduttori dell’università di Trieste, dialogano con le opere della giornalista Svietlana Aleksievic, premio Nobel alla Letteratura 2015. La scrittrice di lingua russa è originaria della Bielorussia, dove oggi è ritornata dopo vari anni di esilio in Europa. Nel suo ultimo libro, una sorta di romanzo polifonico, Tempo di seconda mano, (Bompiani 2014), più che negli altri suoi reportages sulla Russia Sovietica, si espone soggettivamente e mostra la sua sofferenza, offrendo alla riflessione comune, con la sua scrittura a più voci, un romanzo definito un monumento a una civiltà perduta.

L’ottimo buffet, organizzato dal gruppo di cucina relazionale Estia, concluderà ogni iniziativa.
La stesura del programma è curata da Luciana Tavernini e Marina Santini
La presidente del Circolo della rosa Laura Minguzzi

Circolo cooperativo Sibilla Aleramo – Libreria delle donne
Via Pietro Calvi, 29 – 20129 Milano
Tel. 0270006265
info@libreriadelledonne.itwww.libreriadelledonne.it

 

 

Aiutaci a crescere

Condividi su:

Per sostenere Memorial Italia

Leggi anche:

Voci dalla guerra. Jurij Ljapkalo, padre di Hlib, di Mariupol’: “In ogni cortile ci sono tombe di civili uccisi”.

Il toponimo Mariupol’, così come Buča, è divenuto tristemente famoso anche oltre i confini dell’Ucraina ed è assurto a emblema della guerra di annientamento portata avanti dall’esercito russo. Jurij Ljapkalo è padre di un bambino di soli tre anni, Hlib, che è vissuto con lui durante l’occupazione, e racconta la lotta quotidiana per prendersi cura del figlio.

Leggi