Dichiarazione di Memorial Italia per Aleksej Naval’nyj

Aiutaci a crescere

Condividi su:

Le condizioni di salute di Aleksej Naval’nyj, detenuto nella colonia № 2 della città di Pokrov, stanno rapidamente peggiorando. La madre di Naval’nyj ha rivolto un appello alle autorità affinché vengano prestate le cure mediche necessarie al figlio.

Due giorni fa è stata pubblicata (da Le MondeThe EconomistDer SpiegelPolitikenLa Repubblica) una lettera aperta al Presidente Vladimir Putin, firmata da oltre 70 artisti europei, per chiedere l’accesso del detenuto alle cure mediche indispensabili per salvargli la vita.

In un’intervista pubblicata da Le Monde il premio Nobel per la Fisica (2010) Andre Geim ha dichiarato che la situazione di Naval’nyj è preoccupante per il mondo intero.

Il permesso negato ai medici esterni di visitare il paziente potrebbe costare la vita di Naval’nyj, in sciopero della fame da 18 giorni.

Questo accanimento contro un oppositore politico è un affronto aperto ai valori democratici e alla tutela dei diritti basilari dell’uomo.

Memorial Italia condanna i metodi del governo russo nei confronti dei suoi oppositori e chiede che vengano fornite ad Aleksej Naval’nyj le cure necessarie a salvargli la vita.

Aiutaci a crescere

Condividi su:

Per sostenere Memorial Italia

Leggi anche:

Voci dalla guerra: Svitlana Holovata

Svitlana Holovata ha raccontato di come una granata sparata dai russi sia precipitata a casa sua senza esplodere, lasciando in vita lei e la sua famiglia. Dopo la fine della guerra Svitlana e il marito intendono ricostruire la loro casa a Moščun.

Leggi