I diritti umani nel mondo globale: un percorso formativo

Redazione Memorial Italia

La Redazione è composta da storici dell’Europa orientale, slavisti, traduttori e studiosi di memoria e storia e dei totalitarismi e collabora con ONG e istituzioni nazioni e internazionali per promuovere e divulgare progetti sulla storia sovietica e diritti umani.

Aiutaci a crescere

Condividi su:

I diritti umani nel mondo globale: un percorso formativo

Il progetto di un percorso formativo articolato rivolto agli studenti delle scuole superiori di Milano e provincia e dedicato al tema dei diritti umani nasce dalla necessità di colmare un vuoto nei programmi scolastici. Il progetto, arrivato alla sua quinta edizione, intende favorire una riflessione critica, una conoscenza di base, un approfondimento delle problematiche etiche e politiche connesse alla sfida, nel mondo presente, per la realizzazione di una cultura dei diritti umani.

Le lezioni proposte, che partiranno a fine novembre 2016 e si concluderanno a marzo 2017, sono le seguenti:

  1. Dai diritti del cittadino ai diritti della persona: l’universalità dei diritti umani. (Marcello Flores, Università di Siena)
  2. “La necessità di cercare rifugio, la possibilità di offrire accoglienza: quando i diritti sembrano contrapposti”. (Marco Fossati, storico)
  3. Guerre, conflitti e rifugiati: le aree di crisi presenti e le loro radici storiche. (Giovanni Gozzini, Università di Siena)
  4. La Russia di Putin. (Anna Zafesova, “La Stampa”)
  5. Censura e media in  Russia. (Elena Freda Piredda e Giulia De Florio, ricercatrici)
  6. Il mondo musulmano e i diritti. (Farian Sabahi, Università di Torino)

Programma delle lezioni a.s. 2016-2017

Aiutaci a crescere

Condividi su:

Per sostenere Memorial Italia

Leggi anche:

Voci dalla guerra: Svitlana Holovata

Svitlana Holovata ha raccontato di come una granata sparata dai russi sia precipitata a casa sua senza esplodere, lasciando in vita lei e la sua famiglia. Dopo la fine della guerra Svitlana e il marito intendono ricostruire la loro casa a Moščun.

Leggi