Dichiarazione di Memorial Italia in merito alla revoca dell’onorificenza a Vladimir Medinskij

Aiutaci a crescere

Condividi su:

Memorial Italia esprime soddisfazione per la revoca dell’onorificenza accademica a Vladimir Medinskij, decisa ieri dal Senato Accademico di Ca’ Foscari. La nostra associazione si è battuta contro l’assegnazione e, successivamente, per la revoca di un titolo che non faceva onore né a Ca’ Foscari, né all’università italiana.

La decisione di ieri, seppur tardiva, chiude una questione annosa che va di pari passo con quella dei rapporti tra il Centro Studi sulle Arti della Russia (CSAR) di Ca’ Foscari e lo stato russo e, più in generale, tra università italiane e istituzioni statali russe, sulla quale continuiamo a chiedere chiarezza.

Aiutaci a crescere

Condividi su:

Per sostenere Memorial Italia

Leggi anche:

Intervista a Il’ja Jašin

Cinque mesi fa il tribunale circoscrizionale Meščanskij di Mosca ha condannato il politico Il’ja Jašin a otto anni e mezzo di colonia penale per aver diffuso «fake news» sull’esercito russo. Da dietro le sbarre Jašin continua a ribadire il suo no alla guerra e a Vladimir Putin. Il direttore di «Cholod» Maksim Zagovora gli ha scritto una lettera chiedendogli di rispondere a domande su guerra, carcere, compagni di cella, Russia e Aleksej Naval’nyj.

Leggi

Voci dalla guerra: Oleksij Symonov

Il carismatico 44enne Oleksij Symonov lavora nell’organizzazione di iniziative e gare sportive. Ritiene che la comunicazione svolga un ruolo fondamentale: più di una volta lo ha aiutato non solo a sopravvivere in una Mariupol’ occupata, ma anche a mettere in salvo chi divideva con lui il rifugio.

Leggi